Carnevali 130′

Carnevali 1303

Nauticexpo

Carnveali 130

Il nostro modo di osservare …imbarcazione Carnevali 130′:

imbarcazione ideale per chi ha un budget dai 100 Mila ai 200 Mila euro (mercato dell’usato) ; risponde alle esigenze delle famiglie composte anche da 6 persone e di chi in generale necessita di 3 cabine e 2 bagni. Una armatoriale  dotata di comodo letto matrimoniale, 2 oblò per un buon passaggio d’aria e un boccaporto per la luminosità dell’ambiente oltre che per  l’aria; ambiente climatizzato caldo/freddo; accesso privato in bagno dotato di wc elettrico con flusso d’acqua per bidet; box doccia chiuso essenziale per non trasformare il bagno in un incubo per l’equipaggio . Cabina di poppa a sinistra nave con letti a cestello. Cabina di dritta con letto in piano. Bagno ospiti di facile accesso per le due cabine di poppa, essenziale se si vuole condividere più di un giorno in buona compagnia senza compromettere i rapporti di amicizia😂causa igiene, tempistica mattutina etc .

Dinette chiusa con porta in vetro scorrevole ciò permette di vivere con maggiore confort l’imbarcazione tutto l’anno infatti una delle prerogative per chi ha il desiderio di vivere l’imbarcazione anche nei periodi più freddi  sono ambienti che concedono di godersi una cena ; un aperitivo;una partita di carte o semplicemente guardare la tv 📺 anche con temperature all’esterno basse, cosa che non potrebbe accadere su un imbarcazione open dove gli ambienti riparati coincidono con le camere da letto e con piccolissime dinette davvero poco spaziose che per la maggior parte delle persone non rispecchiano  il luogo adatto per godersi un po’ di relax , per non sottolineare il punto di vista di chi soffre di claustrofobia.  Quest’imbarcazione inoltre ha tecnicamente la giusta trasmissione per potersi permettere il lusso di essere lasciata in mare per la maggior parte dell’anno: la famosa ‘’linea d’asse’’  ed essere alata solo  per pochi mesi per eliminare la vegetazione creatasi sull’opera viva, compiere i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria. Questo tipo di trasmissione  permette un piccolo risparmio sulle manutenzioni ai motori in quanto la mano d’opera diminuisce per la mancanza dei piedi Poppieri, delle verifiche e  manutenzioni a loro correlate per il buon funzionamento, sopratutto non si è costretti ad alare l’imbarcazione per sostituire l’olio ai piedi, senza dilungarsi sulla sicurezza di questa trasmissione rispetto alle altre. Il consumo di quest’imbarcazione a una velocità di crociera dai 22 ai 24 nodi è di circa 100 litri/ora per non essere troppo ottimisti altrimenti potremmo ipotizzare qualcosa in meno.

La visibilità è un altro tema importante da affrontare,  sembrerà strano leggerlo ma la maggior parte delle imbarcazioni pecca in questa caratteristica, eppure i cantieri navali costruttori di imbarcazioni da diporto conosco i rischi che corrono i diportisti navigando a velocità di crociera non propio basse e dovendo evitare un mare di ostacoli, ebbene trattandosi di un fly di 13 metri quando si guida sul piano superiore questi problemi non esistono, in navigazione la vista è spettacolare sia verso prua che nei lati ed il panorama ci accompagna per tutta la navigazione; sicuramente in manovra la vita è facile, riusciamo infatti ad avere consapevolezza delle distanze dalle cime prodiere delle altre imbarcazioni ( dai corpi morti) , abbiamo subito chiaro lo spazio a nostra disposizione, rispetto a fly molto più grandi  non si ha bisogno  di una telecamera di manovra per la distanza della poppa dalla banchina. La cosa sorprendente, non facile da trovare su un altra imbarcazione flybridge è la visibilità dalla postazione di comando interna che spesso diventa inutilizzabile, in mare aperto a volte viene utilizzata dagli armatori o dai marinai in casi di forti rovesci che non permettono di navigare sul fly, venti freddi etc,  sul carnevali 130 si può navigare comodante anche timonando dalla postazione interna che offre un ottima visibilità prodiera,laterale e poppiera grazie alla porta di vetro scorrevole che chiude la dinette, logicamente bisogna bloccare le varie tende e poi si può navigare ed anche manovrare in porto al riparo dal freddo e dagli agenti atmosferici, a volte si preferisce la postazione interna per il solo motivo che in molti momenti della giornata sul flybridge si naviga da soli e senza compagnia perchè il resto dell’equipaggio sfrutta altre zone dell’imbarcazione.

Siamo pronti a confrontarci con le tue idee e rispondere ai tuoi commenti, buona navigazione !

Verifica la nostra offerta e contattaci potremmo avere altri prodotti di questo genere.

www.SeaServicesBuglione.com/barca/carnevali-130/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.